Mossa

Ogni volta che vengo in un posto nuovo, mi ci vuole un po 'di tempo per imparare a vivere nello spazio, come sto iniziando di nuovo me stesso e devo ripercorrere alcuni passaggi. Conservo strette connessioni per l'ultimo posto mi trovavo, tiro al volo e-mail con re: avanti e indietro come se fosse una partita di tennis, l'oggetto originale perso nella profondità della conversazione, mentre ancora cercando di forgiare un nuovo terreno e legare me stesso al presente e poi il futuro. Mi sento 16 e mi sento 116 come mi stendo sul letto e penso di camminare dall'altra parte della strada per un caffè e si chiede se è il momento di mangiare e iniziare la giornata.

Faccio strano fuori luogo cose come inizio aspirapolvere all'alba e che colloca i vestiti per risparmiare tempo. Mi sento di iniziare ad avere i capricci quando parlo al telefono e devono capire quando è il risveglio e quando dorme è. Ci vuole un po 'di regolazione. Non è immediato o facile.

Il mio corpo manca gli altri corpi intorno ad esso. Mio marito, la mia famiglia, i miei cani, il loro calore evapora dalla mia pelle e ho paura non mi ricordo il loro tocco. Il ricordo di seta pelliccia petto mio ormai lungo grosso cane morto risiede ancora nelle mie mani, ma lui è l'unico che rimane. Tutto e tutti gli altri svanisce.

Mangio cose che normalmente non mangiare, come la mia vita diventa un circo pane, e tutte le mie regole sono gettati fuori dalla finestra, come se ci fosse un nuovo sceriffo in città, e non vi è un periodo di illegalità che è inevitabile. Lavanderia è fatto frettolosamente nel bagno poi vestiti mettere su ancora un po 'umida. Indosso lo stesso trucco per più di un giorno, perché non ci sono testimoni, nessuno di tenere conto di me per il mio disordine quotidiano e mismaintenance. Posso fare qualsiasi cosa, indossare ciglia durante la notte e guardare misteriosamente fresca alle 5 del mattino.

Mi chiedo se l'è l'inizio della malattia mentale o segni che la malattia è progredita. Non so se questo è la malattia, perché non mi sento male, solo diverso, leggero disagio ma non disagio, come sto ricalcolando il mio percorso, cercando di sincronizzare il segnale del mio satellitare, perché il suo problemi raggiante attraverso tutti gli alti edifici della grande città.


Trova altri post su blog .

5 Commenti. aggiungere alla miscela ...

  1. Margaret, sei così poetico!
    Io adoro leggere i vostri blog.
    Si riparte fa paura, ma io conosco il Sensazione di 'fantastico! È possibile effettuare da soli il modo desiderato per non essere- un prodotto del proprio ambiente e la reputazione. Più calorosi auguri, Drew xxx

  2. Questo è il motivo per cui tutti amano u. Le persone possono identificare w / u per ur vero e focalizzata e consapevole del mondo intorno u ...... .welllllll e divertente come la merda! Ur stato di emergenza giro me e mio marito ha riunito. (Dico marito cuz siamo troppo vecchi per essere fidanzati e non abbastanza stupido o sterile per essere "conviventi" ...... .enough bout me. Whatta u pensa a me? Jk. Comunque grazie a Dio diede fag di come me M. Cho! Grazie per il marito! U si fondono in ur nuovo enviro ...... u sempre fare. Love- aaron

  3. amato molte delle vostre voci, ma questo me che New York è diventato così booooooooooooooring e preferisco Parker Posey a Drew Barrymore come ho potuto dire di più, ma questo sarebbe irrilevante per molte ragioni attualmente, ma vorrei dire di più dopo 12 anni di ricorda vetrina di merda e documentari da idioti finalmente chiudere le tende su una orchestrazione ripugnante, ingrato, razzista e flaccido di prugne. amò molte storie, oggi mi ricorda qualcosa che alcuni non affrontare, ma si sta cercando.

  4. Wow. Siete troppo per essere contenuta in un solo corpo, un cervello, una vita! Si vuole far esplodere tutto il luogo. Almeno è così che si sentiva la lettura di come è per voi quando si sposta in una nuova sede e nuovo la mancanza di routine. Quando sto attraversando troppi cambiamenti tendo ad ottenere sconsiderate e indifferente, basta andare con esso, così posso riferirsi a quello che hai scritto. ma non preoccupatevi, come disse una volta il Teatro Firesign, "Siamo tutti bozos su questo bus!"

Lascia un Commento